Sentiero delle Volpere (6)

Questo sentiero ci permette di osservare il paese di Mussolente e l’area circostante da numerose prospettive. Attraverso il verde suggestivo dei nostri boschi, ma anche una panoramica delle attività produttive svolte nel paese, tra quelle ancora attive e quelle ormai abbandonate.

Mappa Sentiero 6

Altimetria Sentiero 6

Parco della Vittoria

6,8 km

2:00 h

150 m D+

Il sentiero parte dal parco di Mussolente con uno scorcio del Monte Grappa, teatro degli orrori avvenuti all’inizio del secolo scorso. In  ricordo a questi terribili avvenimenti abbiamo alle nostre spalle il monumento ai Caduti e di fronte la scuola materna intitolata ai Caduti della Grande Guerra. Dall’altro lato della strada, si trova un piccolo cancello che ci porta direttamente sui terreni di pertinenza della Villa. Attraversato il campo, la nostra attenzione si volge sul filare alberato frangivento, nel quale possiamo già riconoscere degli esemplari tipici di queste zone. Arrivati sulla sommità del roccolo ci si presenta davanti una piana dominata da cedui di carpino e una maestosa quercia. Procedendo verso il Monte Gallo sotto le chiome di acacia e castagno, ci dirigiamo verso il Santuario della Madonna dell’Acqua. Si prosegue poi per le scalette del Santuario, fino ad arrivare al torrente Volon, fonte di vita per le specie legate agli ambienti acquatici, e anticamente usato come fonte energetica per alimentare le numerose attività economiche presenti nel paese. Una volta raggiunta la strada provinciale che collega Mussolente a Borso, si prosegue per una cinquantina di metri fino ad un ponte pedonale, dove si attraversa il torrente. Ci si immette lungo un’antica strada comunale in mezzo a due prati, per poi andare ad esplorare i boschi presenti nella zona est del paese. Una volta dentro al bosco si prosegue lungo la strada che porta alle Volpare, sotto una copertura di pioppi, roveri e castagni anche di grandi dimensioni. Si prosegue poi per un sentiero che parte dal tornante prima di arrivare al parcheggio del ristorante e ci si inoltra nuovamente in un bosco di castagno, composto prima da giovani piante di castagno, poi anche esemplari di notevole altezza e misura. Da qui si proseguirà lungo il sentiero ben tracciato fino a trovare le prime abitazioni e la strada asfaltata. Da qui in poi si sentirà meno la presenza della natura, ma si prenderà coscienza delle attività industriali e artigianali che caratterizzano il nostro territorio, fino a ritornare alla partenza del nostro cammino.

Punti di interesse

02 – Chiesa Parrocchiale Mussolente

Questa grandiosa costruzione fu iniziata nel 1948 per volere dell’arciprete mons. Fortunato Marchesan su progetto dell’architetto veneziano Angelo Scattolin. Essa presenta, sia all’esterno che all’interno, una delle più interessanti, multiformi e complete raccolte di opere d’arte moderna a soggetto sacro … Continued

03 – Roccolo Villa Negri-Piovene

Raro e antico esempio di apprestamento arboreo (aucupio o roccolo) pensato per la caccia ai volatili con l’impiego di reti; spesso presenta anche opere murarie come castello o torre. Questa formazione costituita da una galleria vegetale di carpini e da … Continued

04 – Monte Gallo

A sinistra del sentiero principale, troviamo un prato che porta alla sommità del monte Gallo. Da qui si può godere del bel panorama offerto dalla pianura sottostante e dall’arco prealpino durante le ore crepuscolari. In questo prato è possibile osservare numerose … Continued

05 – Capitello Via Rotta

Il capitello dedicato alla “Sacra Famiglia” è un interessante manufatto, edificato nei primi anni del ‘900, decorato con sculture e pitture coeve. Venne costruito in seguito alla realizzazione del lungo rettifilo in pendenza (detto “Via Rotta”), tracciato per rendere più … Continued

06 – Villa Bomben–Girardini

Una bella casa nobiliare cinquecentesca, più volte rimaneggiata sino alla prima metà del ’900. Venne voluta dalla famiglia trevigiana dei Bomben, grossi proprietari terrieri con estese proprietà in paese. Essa fu un raffinato luogo di svago e di riposo sia … Continued

07 – Villa Soderini – Drigo – Cremasco

Il bel panorama spazia da Bassano sino al Grappa. La sottostante valle verdeggiante, percorsa dal torrente Lugana, è incorniciata dalla villa Soderini –Drigo, originale esempio di dimora gentilizia sorta in zona collinare. Il singolare edificio ha mutato più volte nei … Continued

08 – Santuario Madonna dell’Acqua

Le forme attuali di questa slanciato edificio sono settecentesche ma inglobano parti considerevoli dell’antica pieve medioevale dedicata a San Pietro. In seguito alla costruzione della nuova parrocchiale, la chiesa divenne Santuario dedicato alla Madonna dell‘Acqua. Questa devozione costituisce ancor oggi … Continued

09 – Campanile, Capitello San Nicolò e antica Canonica

La raccolta piazza del Santuario è sovrastata dall’agile campanile, con svettante guglia in cotto. Fu  edificato dopo il 1696, in seguito al crollo della precedente torre campanaria medioevale causato dal  rovinoso terremoto del 1695. Anche il vicino capitello dedicato a … Continued

12 – Torrente Volon

La storia di Mussolente dipende in modo assoluto dal  torrente Volon. Questi, alimentato dalle acque sorgive sia delle falde del Grappa che della fascia collinare, fornisce da sempre la risorsa fondamentale per l’agricoltura di valle e assieme l’energia del proprio … Continued

14 – Volon e Giaron

    Luogo di immediata suggestione dove il Volon, alimentato dalle sorgenti perenni del Cornosega e delle Somegane alle falde del Grappa, riceve da est il Giaron. Le acque di quest’ultimo sono sorgive e meteoriche, provenienti da Santa Eulalia e … Continued