Rospo comune

pubblicato in: Anfibi, Fauna | 0

Il rospo comune è un anfibio di corporatura molto tozza e robusta, con testa in proporzione non molto grande. Le femmine crescono più dei maschi, arrivando ai 20 cm di lunghezza. A parte questa differenza i due sessi sono quasi identici.Specie molto versatile, in grado di adattarsi ad una vasta gamma di habitat, il  rospo comune è infatti presente in boschi, terreni lavorati, prati, orti anche senza acqua.Di abitudini prevalentemente crepuscolari e notturne, trascorre le ore diurne sotto pietre, negli anfratti rocciosi od in tane scavate con i robusti arti anteriori, lungo i corsi d’acqua o nelle scarpate. Come suggerisce l’aspetto, il rospo non è un abile saltatore e per spostarsi generalmente adotta la marcia sulle quattro zampe. Per raggiungere zone adatte alla riproduzione, i rospi compiono migrazioni notturne di massa, esponendosi al pericolo di essere uccisi durante l’attraversamento di tratti stradali. I singoli individui sono molto fedeli ai loro luoghi di frega; ciò ci consente di accertare l’estinzione di determinate popolazioni, quando durante una stagione non si osservino più deposizioni. Quando il rospo è in pericolo o si sente minacciato, gonfia il corpo sollevandosi sulle zampe ed abbassando la testa, in maniera di apparire più grande e minaccioso.

Ascolta l’audio guida: 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *