Natrice dal collare

pubblicato in: Fauna, Rettili | 0

La natrice dal Collare è un serpente diurno di dimensioni medio-grandi, capace di arrivare ai 120 cm. La testa è arrotondata e abbastanza definita rispetto al corpo. La si trova frequentemente in ambienti umidi quali greti di torrente, ruscelli, stagni, fossi. È molto timido, tanto che se avverte un pericolo fugge a nascondersi o si immerge prontamente in acqua; qui è solita predare girini, rane, tritoni ed occasionalmente pesci. Sul terreno predano micromammiferi, rane, rospi e piccoli sauri. Le prede vengono normalmente ingoiate vive perché intorpidite dalla saliva. L’uomo la uccide spesso scambiandolo per una vipera, alterandone il territorio, riducendo le zone umide ed inquinando le acque con prodotti chimici legati all’agricoltura. Se messa “all’angolo”, la Natrice dal Collare è capace di attuare tutta una serie di incredibili strategie per convincere il molestatore a desistere: Sibila, finge attacchi anche se raramente morde, rigurgita il cibo appena assunto, emette una secrezione maleodorante dalla cloaca, defeca su se stessa e/o sull’aggressore e, come ultima spiaggia, si finge morta rovesciandosi sul dorso. 

Ascolta l’audio guida: 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *